La Maremma per Dante - CELLA SANCTI MINIATI

Roccalbegna
Vai ai contenuti

La Maremma per Dante

Tre sono state Le Giornate con le quali Roccalbegna ha partecipato ai festeggiamenti promossi da “ La Maremma per Dante”, il 6/7/8 agosto 2021, insieme ai luoghi della nostra Provincia ricordati da Dante  nella Divina Commedia.
Roccalbegna non è citata da Dante. Eppure ha avuto un ruolo fondamentale nei rapporti sempre conflittuali tra Santa Fiora e la Repubblica di Siena che si sono inaspriti al tempo di Dante proprio con la creazione senese  della Città Nòva accanto al vecchio borgo dei Signori, con l’intento di farne una testa di ponte contro le due contee aldobrandesche di Santa Fiora e di Sovana. Roccalbegna come colonia senese attirò le ire dei nemici di Siena e visse per molti anni una drammatica situazione di guerre, di ruberie, di patimenti fino a quando nella scacchiera politica mondiale non fu deciso di abolire la libertà della Repubblica di Siena.
E praticamente ebbe termine l’odissea del povero popolo di Roccalbegna.
Un particolare successo ha avuto  il Notturno, una passeggiata nei luoghi più suggestivi della medievale Roccalbegna con la riproduzione di quadri d’epoca tratti dal Buon Governo di Ambrogio Lorenzetti a cui il Governo senese dei nove aveva commissionato una grandiosa pala d’altare per la Chiesa dei SS. Pietro e Paolo, di cui aveva il patronato.
Era un prezioso polittico, opera della maturità dell’artista, il più grande mai realizzato da lui, oggi smembrato nella parte centrale, e divenuto praticamente un trittico recuperato con un lungo restauro. Le foto che si pubblicano sono la realizzazione del mondo di Ambrogio Lorenzetti.
Torna ai contenuti