Nell' Oasi WWF del Bosco Rocconi - Sito ufficiale della Associazione Pro Loco di Roccalbegna



Associazione
Roccalbegna
PRO LOCO
Vai ai contenuti

Nell' Oasi WWF del Bosco Rocconi


Sulla destra orografica della valle dell'Albegna, l'Oasi WWF (e Riserva Naturale Regionale) del Bosco Rocconi tutela una zona di ripidi boschi dominati da torrioni calcarei, e ospita rapaci come il falco pellegrino e il lanario. La visita dell'Oasi è possibile solo con delle escursioni accompagnate. Per informazioni occorre rivolgersi alla guida Roberta Margiacchi (0564.989098, 348.5823441, 338.7979530) o consultare il sito
Da Roccalbegna (522 metri) si segue la strada per Santa Caterina, Scansano e Grosseto fino alle case Saloni (610 metri, 2 km dal paese). Qui si lascia la strada asfaltata per dirigersi a sud (sinistra arrivando da Roccalbegna) per un'ampia strada sterrata in discesa che scende tra i campi con bel colpo d'occhio sulla valle dell'Albegna.
Lasciata a sinistra una carrareccia che porta direttamente al paese ci si abbassa con qualche svolta, si passa accanto al podere Perogiùgnolo e si passa alla base della rupe calcarea di Poggio il Sasso, intagliata da una vecchia cava. Pochi metri di risalita portano ai cartelli della Riserva Naturale Regionale e al cancello dell'Oasi WWF del Bosco Rocconi (400 metri, 4 km dalla statale). Lasciata l'auto in un posteggio si segue per pochi metri un viottolo in discesa, poi si piega a destra in salita per un ripido sentierino nella fitta lecceta. Un tratto obliquo a mezza costa porta a un bivio dove si continua a salire, e a un piccolo capanno di osservazione (450 metri, 0.15 ore) costruito tra gli spuntoni calcarei a picco sul Fosso Il Rigo. La zona è ottima per avvistare il falco pellegrino e il lanario. Si torna indietro fino all'ultimo bivio, poi si piega a destra iniziando a scendere ripidamente. Dove il sentiero si interrompe ci si sposta a sinistra, si riprende a scendere e si sbuca su una vecchia mulattiera che si abbassa a mezza costa fino a riportare alla carrareccia poco prima di uno slargo, di un bivio (360 metri, 0.15 ore) e di un laghetto circondato da una staccionata. Proseguendo per il viottolo di fronte si aggira un crinale e si scende ripidamente alla confluenza (291 metri, 0.30 ore a/r) del Fosso Il Rigo nell'Albegna. Il sentiero di sinistra sale a una panchina e a una torre di osservazione. Proseguendo per la carrareccia che torna verso nord si toccano le varie stazioni del Sentiero Natura, si scende a un secondo laghetto e si supera il confine della Riserva uscendo in una zona di tagli. La carrareccia piega a sinistra, sale a svolte e riporta alla sterrata di accesso a un centinaio di metri dal punto di parcheggio (0.30 ore).


Itinerari trekking - 1 - 2 - [ 3 ] - 4

Torna ai contenuti